Impara come vestirti in base alle forme del tuo corpo

Vestirsi correttamente non è solo una questione di gusto, possibilità economiche o fantasia: per essere perfette bisogna conoscere il proprio corpo, ciò che ci aiuta a valorizzarlo e ciò che aiuta a camuffare qualche piccolo difetto. Impara con noi come vestirti in base alle forme del tuo corpo.

Altezza, rotondità, decolleté più o meno abbondante sono solo alcune delle caratteristiche da valutare prima di scegliere un determinato capo.

Impara

In diverse guide vedremo degli abbinamenti mirati, per conoscere meglio i propri punti forti da mettere in risalto.

In linea generale, quando ci si veste (e quando si fa shopping), bisogna tenere conto di:

Altezza: certi capi slanciano le figure più piccole;

Peso: o per meglio dire “curve”. Vedremo come camuffare fianchi troppo pronunciati, maniglie dell’amore e pancetta evidente;

Come vestirsi in base all’altezza

Ragazza alte, ragazze basse: tante differenze ma un solo problema. Quale? Come vestirsi per camuffare difetti o dettagli che possono mettere a disagio. Ad esempio gambe troppo lunghe o troppo corte, contrapposte a un busto poco proporzionato. Se anche tu vuoi valorizzarti con l’abbigliamento, scopri come farlo seguendo qualche piccolo consiglio.

Questione di effetti ottici

Proprio così: chi è troppo bassa o troppo alta può far leva su piccoli escamotage che aiutano a ridimensionare la figura.

Gambe corte? Se la tua silhouette non è molto slanciata, punta su questi capi:

  1. Jeans a vita alta: slanciano la figura non interrompendola a metà ma alzando visibilmente il punto vita e i fianchi;
  2. Cinture che “strozzano” il punto vita: da portare all’altezza dell’ombelico o un po’ più su, delineano la vita spostando (come i jeans a vita alta) il punto vita e fianchi in alto;
  3. Cappotti a metà coscia: è la lunghezza perfetta. Oltre tendono ad appesantire la figura mentre al di sopra (per intenderci all’altezza della cintura), sottolineano eccessivamente la lunghezza delle gambe.
  4. Pantaloni “a palazzo”: ovvero dritti e ampi sul fondo come su tutta la gamba. Ma ricorda: solo con i tacchi (da far scomparire sotto la svasatura del pantalone).

– Se hai gambe troppo lunghe che non ti piacciono o ti fanno sentire una provetta Olivia (la compagna di Braccio di ferro) fai così:

  1. Scegli un jeans ampio: perfetto il modello boyfriend jeans, ovvero quello con il cavallo basso. E’ un genere che tende ad accorciare la figura.
  2. Risvolta i pantaloni: un piccolo risvoltino o un pantalone in caviglia “rompono” la silhouette che apparirà meno allungata.
  3. Scegli abiti a impero: la vita spostata sotto al seno e la lunghezza sopra il ginocchio accorciano le gambe, non facendo percepire fianchi e punto vita.
  4. Abbina stivali e collant di diverso colore: mentre per le ragazze basse l’ideale è mantenere la stessa nuance per non spezzare la continuità ed accorciare le gambe, per una ragazza troppo alta l’ideale è creare appunto questo gioco di contrasti.

Come scegliere gli abiti se si ha un fisico curvy

Fianchi rotondi, seno abbondante e forme morbide: è questo l’identikit della ragazza curvy, ovvero la donna con le curve. Se anche tu sei fatta così e sei un po’ impacciata in fatto di abbigliamento, segui qualche consiglio per imparare a vestirti ad hoc, per valorizzare nel modo giusto anche qualche chiletto in più!

Mai rinunciare alla propria personalità

Regola fondamentale: in questa guida impareremo cosa è meglio indossare per valorizzare le curve in modo positivo, ricordando però che ciò che conta è soprattutto il sentirsi a proprio agio con addosso un abito che rispecchia il proprio gusto.

Cosa evitare:

– No ai leggings, che “ammazzano” anche le gambe più snelle e affusolate. Meglio puntare su un jeans a tubo, con un lieve risvolto sul fondo per evidenziare la caviglia.

– No agli abiti in jersey e maglina, tessuti che segnano anche il rotolino più invisibile che c’è.

– No al color block, ovvero non è consigliato mixare troppi colori e troppe fantasie sgargianti, che tendono a tagliare la figura privandola di armonia.

– No agli stivali a metà polpaccio, ai sandali con nastri e corde da allacciare (stile modello “alla schiava”): rendono le gambe tozze.

Vestiti così:

– Prediligi un colore unico, da spezzare con un accessorio a contrasto oppure un gioco di colori della medesima gradazione.

Evidenzia il punto vita: scegli un abito con cintura in vita per dare una forma morbida alle curve. Attenzione ai pantaloni: fare lo stesso, scegliendoli a vita alta può essere un’arma a doppio taglio; rischierai infatti di mettere fortemente in risalto il sedere.

Non rinunciare alle fantasie: sceglile piccole, mixate a qualche capo in tinta unita. Un occhio di riguardo va prestato alle righe, fantasia che sarebbe bene evitare. E’ concessa al massimo per una t-shirt o una canotta da indossare sotto ad una giacca o a un cardigan.

Libera la fantasia e valorizza il tuo corpo: qualche curva in più, se vissuta con consapevolezza e femminilità, ti farà apparire davvero bella.

Annunci